Home

Smart Lighting a Bologna: meno CO2 e consumi energetici ridotti

 

Il prossimo 1 Luglio partirà il Piano di illuminazione pubblica (Smart Lighting) di Bologna.

Grazie a ENEL Sole, vincitrice della gara indetta da Consip (“Servizio Luce 2”), società del ministero dell’Economia che gestisce le forniture della Pubblica Amministrazione, Bologna potrà godere di un restyling in chiave smart city che vedrà una riqualificazione e una migliore gestione dell’illuminazione, con la sostituzione di 45 mila punti luce, e dei semafori in tutta la città. Questa operazione prevede un costo di 21 milioni di euro in tre anni.

Questo Piano cosa comporterà?

Uno degli obiettivi principali dell’operazione è garantire ai cittadini la possibilità di usufruire di un servizio più efficiente e una migliore illuminazione pubblica, un minor inquinamento ambientale e una riduzione dei consumi energetici pari a circa il 30%.

Riduzione dei consumi energetici:

E’ prevista la sostituzione di 30 mila vecchi centri luminosi con sorgenti luminose ai vapori mercurio, che lasceranno il posto ad altri ad elevata efficienza energetica, perseguendo così gli obiettivi posti dalla legge n. 19 del 29 settembre 2003 della Regione Emilia Romagna in tema di riduzione dell’inquinamento luminoso e dei consumi energetici.

Sui nuovi apparecchi saranno installati, inoltre, un sistema di telecontrollo per il monitoraggio e la regolazione della luminosità secondo le esigenze.

Il piano di intervento prevede il passaggio dall’alimentazione in serie alla derivazione del 70% degli impianti, attraverso il rifacimento di circa 1.000 km di linee elettriche e la rimozione di 60 cabine di trasformazione media e bassa tensione.

Riduzione delle emissioni di CO2:

Bologna, con la firma del PAES – Piano di Azione per l’Energia Sostenibile e l’adesione al Patto dei Sindaci dell’Unione Europea, si è posta come obiettivo entro il 2020 la riduzione del 20% delle emissioni di CO2.

Come?

Attraverso nuovi progetti, realizzati e in via di realizzazione, che vertono sulla mobilità, le ICT e su applicazioni web/mobile, che realizzino l’idea di un centro urbano moderno, sostenibile, meno inquinato e più vicino al cittadino.

Rispetto alla mobilità sostenibile, l’amministrazione comunale ha implementato il servizio “C’entro in bici”, a cui si aggiungerà il progetto “Tangenziale della bici”, che prevede una vera e propria circonvallazione ciclabile, permettendo il collegamento delle piste radiali che entrano ed escono dal centro storico.

Infine, il Comune di Bologna ha realizzato con l’aiuto della Fondazione VillaGhigi una nuova pagina web con informazioni e consigli (su sentieristica, parchi pubblici, linee di trasporto pubblico, punti di interesse culturali, storici, paesaggistici, ricettività e ristorazione) ai cittadini interessati a scoprire e frequentare il territorio collinare circostante la città.

Lascia un commento

Progetti conclusi

Progetti conclusiScopri tutti i nostri progetti che abbiamo già realizzato e concluso nel corso degli anni.

Progetti in corso

Progetti in corsoScopri i progetti ancora in corso che stiamo realizzando in tutti i settori di nostra competenza.

Il nostro network

Il nostro networkDai un’occhiata alla rete di professionisti e aziende specializzate che ci permettono di realizzare progetti d’eccellenza.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletterPer essere sempre informato in tempo reale su tutte le nostre attività e iniziative. Iscriviti subito!

Inserisci qui il tuo indirizzo email:

Delivered by FeedBurner